Home » Dossier » TTC Speciale: I Caraibi pronti a “ringiovanire” turisti dopo gli uragani

TTC Speciale: I Caraibi pronti a “ringiovanire” turisti dopo gli uragani

Share Button

 

TTC Speciale: I Caraibi pronti a "ringiovanire" turisti dopo gli uragani

Foto:alexandralexey/123RF

Autore F. Martín, Traduzione: Giselle Sarracino

Servizio TTC.- Dopo una stagione di uragani molto poderosi che causarono gravi danni ad alcune isole dei Caraibi, la regione è pronta a “ringiovanire” i turisti che la visitino.

Questo è l’obiettivo dell’Organizzazione di Turismo dei Caraibi, CTO per le sue sigle in inglese, che ha dichiarato 2018 l’Anno del Benessere e il Ringiovanimento nella regione.

Secondo il segretario generale della CTO, Hugh Riley, il benessere e il ringiovanimento sono aspetti importanti dell’offerta di prodotti turistici nei Caraibi. La CTO “sta incoraggiando i paesi membri e i soci del settore privato a pianificare e organizzare eventi e attività concernenti il tema che attrarrà sicuramente i consumatori, agenti di viaggi e operatori turistici”, disse Riley.

“Per chi vuole rinnovare il corpo e lo spirito, le opzioni sono praticamente infinite nei Caraibi, da esercizi sulla spiaggia e sedute di yoga, fino a centri di benessere e trattamenti SPA. La nozione di ringiovanire nei Caraibi è una ragione in più per visitarli nel 2018 “, aggiunse il segretario generale.

“I diversi paesaggi tropicali della regione, con catene montuose, valli e vulcani offrono eccellenti opportunità per diverse età e capacità fisiche. Il trekking individuale, le passeggiate gruppali, le camminate di salute, le corse divertenti, le maratone e una varietà di attività riguardanti la salute, molte delle quali si svolgono nel mare, hanno luogo durante tutto l’anno nei nostri paesi, membri della CTO “, spiegò Riley.

Il tema per il prossimo anno è parte del programma Caribbean Week Canada 2017, una celebrazione per i canadesi, che sono eccellenti clienti dei Caraibi.

Il cosiddetto settore di benessere globale è un’industria di niente meno che 3,7 miliardi di dollari in tutto il mondo, secondo il Globale Wellness Institute, un’organizzazione senza fini di lucro con sede a Miami, Florida che fornisce ricerca e visione del suddetto ramo.

L’Anno del Benessere e il Ringiovanimento si promuoverà attraverso le reti sociali ed i canali dei mezzi tradizionali e creerà opportunità affinché i viaggiatori ed agenti di viaggio condividano le esperienze e idee su come dare il benvenuto ai visitatori della regione affinché riescano il benessere ed il ringiovanimento, secondo quanto annunciato.

Il mercato canadese ebbe un solido adempimento durante il primo semestre 2017 nei Caraibi, con un aumento del 6,4% durante il periodo corrispondente dell’anno scorso, e si aspetta che continui registrando una crescita quest’anno nonostante gli uragani che colpirono il 25% dei paesi membri della CTO.

Secondo gli esperti, il programma è parte del messaggio caraibico: la regione, o la maggior parte di essa, è aperta al pubblico dopo il tormentoso settembre.

Il presidente dell’Organizzazione di Turismo dei Caraibi, Dionisio D’Aguilar, disse nel World Travel Market di Londra la settimana scorsa che “alcuni paesi rimasero assolutamente devastati dagli uragani ma che il 75% dei Caraibi non si vide danneggiato, il che significa che “dovremo spendere milioni di dollari in marketing per dire che il 75% dei nostri paesi non è devastato.”

Il numero di visitatori nei Caraibi è cresciuto al positivo ritmo di 5.2% annuo, tra gennaio e giugno passati. In quei mesi si registrarono più di16.6 milioni di arrivi di turisti internazionali, molto superiore al tasso di crescita previsto, tra il 2.5% e il 3.5%.

D’Aguilar disse che il danno più grave causato dagli uragani accadde in Anguilla, Barbuta, l’isola Vergine Britannica, Dominica, Porto Ricco, St. Maarten / Martin e le Isole Vergine degli Stati Uniti.

La situazione scatenò un calo generale negli arrivi di visitatori. “La migliore maniera di aiutare i Caraibi è viaggiare ai Caraibi”, fu l’appello di D’Aguilar a Londra.

Share Button

Commenti