Home » Eventi » Vent’anni di cultura italiana a Cuba

Vent’anni di cultura italiana a Cuba

Share Button

Con l’obiettivo di offrire una dimostrazione del meglio delle arti italiane nelle sue differenti manifestazioni, arriva una nuova edizione della Settimana della Cultura italiana a Cuba, che si celebrerà dal 27  novembre al 3 dicembre all’Avana.

Organizzato dall’Ambasciata dell’Italia, in collaborazione con il Ministero di Cultura di Cuba, l’Ufficio dello Storico della Città dell’Avana e il Comitato cubano della Società Dante Alighieri, si realizza il principale evento a Cuba sulla cultura italiana, ed uno degli appuntamenti culturali più importanti tra quelli organizzati dalle rappresentanze straniere all’Avana.

Diversi scenari della capitale accoglieranno concerti, esposizioni di arte plastiche e fotografiche, conferenze, lezioni magistrali e altre sorprese eseguite da rilevanti figure del paese europeo che si avvicinano a Cuba mediante la loro opera.

In conferenza stampa offerta nella Casa Garibaldi dell’Avana, l’Ambasciatore dell’Italia a Cuba, Ecc.mo Sig.Andra Ferrari, espresse che sarà una settimana molto interessante, poiché l’Italia è un paese con molta cultura, ed invitò a unirsi alla celebrazione dei due decenni di questa iniziativa.

Aprirà l’ampio programma di attività l’esposizione Terzo Paradiso, un laboratorio di arte responsabile, organizzata dall’Ambasciata Rebirth/Tercer Paraíso a Cuba in collaborazione con il Comitato Internazionale dello Sviluppo del Popolo e Arte Continua.

Chiuderà la giornata l’apertura dell’esposizione fotografica Omaggio a Dino Pogolotti, nella Basilica Minore del Convento di San Francesco di Assisi, che precederà l’inaugurazione ufficiale della giornata con un concerto del pianista Stefano Bollani.

Tutta la settimana sarà dedicata alle figure del cineasta Franco Nero, allo scrittore Luigi Pirandello, e all’architetto Roberto Gottardi.

Ugualmente, spicca il terzo Fórum Rebirth “Geografía della trasformazione” a carico del noto artista della plastica Michelangelo Pistoletto, nel Gran Teatro dell’Avana Alicia Alonso, artista che, inoltre, donerà una delle sue opere al Museo Nazionale di Belle arti.

Si deve risaltare ugualmente la presenza del famoso violinista Salvatore Accardo, che si unirà in concerto all’Orchestra Sinfonica Nazionale e offrirà anche una conferenza magistrale a giovani studenti di violino.

In questo modo, Cuba e Italia rafforzano i loro legami culturali che ormai da due decenni celebrano intense giornate di splendore.

Share Button

Commenti