Home » Uncategorized » Colombiani protagonisti del turismo cubano
Palmares-Varadero Gourmet

Colombiani protagonisti del turismo cubano

catedral-de-la-habana

La Colombia è cresciuta come mercato fonte del 122%, al ricevere Cuba circa 11 500 i visitatori da questa nazione

Bogotá -. Autorità del Ministero del Turismo di Cuba, hanno confermato il consolidamento del mercato colombiano tra i mercati fonte di chi viaggia verso l’isola.

Durante una recente visita nel paese sudamericano, il direttore commerciale del MINTUR, María del Carmen Orellana, ha evidenziato il potenziale che rappresenta il turismo colombiano per Cuba, dove ci si aspetta di consolidare diversi prodotti.

A tal fine, María del Carmen ha incontrato a Bogotà gli imprenditori che si occupano della destinazione Cuba, nonché i rappresentanti delle compagnie aeree che collegano i due paesi come Copa Airlines, Avianca e Cubana de Aviación, secondo quanto ha riportato Prensa Latina.

Secondo i dati rivelati alla fine di aprile, nella stagione invernale, la Colombia è cresciuta come mercato fonte del 122%, al ricevere Cuba circa 11 500 i visitatori da questa nazione, una cifra molto più elevata rispetto allo stesso periodo del 2013 quando erano arrivati sull’isola solo novemila viaggiatori colombiani.

María del Carmen Orellana ha precisato che un altro obiettivo della sua visita è stato quello di mettere in primo piano l’immagine delle Grandi Antille come meta non solo di sole e mare, ma che offre anche altre attrazioni come città d’arte, i cayos,  natura e cultura.

In Colombia, il direttore commerciale del MINTUR ha anche partecipato al 57 Comitato Regionale dell’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO) per le Americhe, con sede nella città settentrionale di Cartagena de Indias. A questo proposito, ha detto a Prensa Latina che è stata una esperienza di apprendimento in cui la delegazione cubana ha sottolineato l’uso delle nuove tecnologie per il marketing turistico.

Inoltre, ha sottolineato l’importanza di migliorare la connettività aerea tra i paesi della regione e di considerare le destinazioni non come concorrenti, ma piuttosto come complementari.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.