Home » Continente Turismo News » Creando città intelligenti per innovare in esperienze turistiche
Palmares-Varadero Gourmet

Creando città intelligenti per innovare in esperienze turistiche

Creando città intelligenti per innovare in esperienze turistiche
La Conferenza dell’OMT su Turismo di City-Breaks generando esperienze turistiche innovatrici celebrata 15 e 16 ottobre a Valladolid, Spagna, fece un appello alle città a trasformarsi in destinazioni intelligenti, dove il governo del turismo e l’economia digitale si accordano, per offrire ai viaggianti esperienze diverse ed autentiche.

La conferenza riunì leader di turismo del settore pubblico e privato per analizzare come rispondere alla crescente tendenza di visitare città alla ricerca di esperienze di ozio. Si concluse che le associazioni pubblico-private, l’integrazione delle comunità locali e la creazione di destinazioni intelligenti sono cruciali affinché le destinazioni urbane accumulino la conoscenza e definiscano le politiche che devono rispondere alle nuove domande di un turista connesso e informato.

Dobbiamo comprendere l’evoluzione del turismo, più sostenibile ed inclusivo, utilizzando nuovi strumenti tecnologici”, disse Jaime Esatto, Segretario Generale Assistente dell’Organizzazione Mondiale del Turismo (OMT). C’è bisogno di creatività ed innovazione nel design delle esperienze che cercano sempre di più”.

Tra gli oratori della conferenza si trovava Dieter Hardt-Stremayr, presidente di European Cities Marketing and Tourism e CEO di turismo di Graz in Austria chi descrisse quello che considerava sfide chiavi per la crescita delle fughe urbane: problemi di trasporto, stagionalità, dispersione della domanda turistica dentro una città, e nel tempo. La “nostra principale sfida è attrarre visitatori affinché arrivino subito”.

Le principali conclusioni della conferenza si riferiscono ai modelli di governo del turismo urbano. I partecipanti rilevarono che, con la crescita delle unioni di trasporto ad alta velocità e basso costo che offrono sempre maggiore accesso ai visitatori alle fughe urbane, le destinazioni di città devono rispondere rendendo prioritari gli investimenti che fanno bene sia ai residenti sia ai turisti.

Conclusero anche che con gli progressi tecnologici che permettono la creazione di destinazioni intelligenti, le organizzazioni di gestione di destinazioni devono cambiare l’approccio, da promuovere le esperienze disponibili per i turisti nelle città, fino a gestire il turismo urbano in tutta la sua complessità.

Da parte loro, i responsabili di politica di turismo dovrebbero usare strumenti intelligenti per studiare l’impatto del turismo nel rendimento e la sostenibilità di una città, e collocare la destinazione nel centro dei cambiamenti di politica. Queste conclusioni si terranno in conto nel piano di lavoro dell’OMT su turismo urbano.

La Conferenza fu organizzata dall’OMT in collaborazione col Municipio di Valladolid e l’agenzia di marketing MADISON, un membro affiliato dell’OMT.

Fonte: www.unwto.org

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.