Home » Noticias destacadas » Cuba, una destinazione di circuiti
Palmares-Varadero Gourmet

Cuba, una destinazione di circuiti

Cuba, una destinazione di circuiti
I circuiti costituiscono attualmente il principale prodotto dei ricettivo nell’isola caraibica e sono on-line con la strategia del paese di diversificare il suo turismo; si rinnovano costantemente con l’introduzione nel mercato di nuovi design.

Numerose e varie offerte di circuito, tradizionale o specializzato, stabile, in serie o programmi fatti su richiesta del cliente, di breve o lunga durata, con o senza minimo di passeggeri, sono progettate da ricettivi cubani e operatori turistici internazionali che commercializzano la destinazione, giacché i poli turistici cubani sono destinazioni in se stessi e sviluppano varie modalità; c’è un’ampia rete di telecomunicazioni; agevolazioni di trasporto terrestre interna attraverso un’ampia infrastruttura stradale che allaccia tutto il territorio nazionale e i cayos, mediante i cosiddetti “pedraplenes” (vie di pietra).

Si somma una rete di punti d’imbarco e vie aeree e marittime che coprono tutto l’arcipelago, la terra ferma e le principali cayerías, e propizia non solo l’accesso diretto dall’estero a diversi poli ma anche il trasloco interno tra essi durante i percorsi: tre terminal di crociere, all’Avana, Cienfuegos e Santiago de Cuba, 12 marine internazionali e 20 aeroporti .10 di essi internazionali.

Le caratteristiche geografiche di Cuba e la facile connessione tra i suoi poli turistici principali permettono di combinare, in uno stesso soggiorno, differenti modalità ed interessi, essenzialmente intorno al turismo di sole e spiaggia, principale modalità della destinazione ed asse di una gran diversità di circuiti, combinati maggiormente com il turismo di natura, culturale e di città. Posti d’interesse storico, culturale, patrimoniale, molto bene conservati ed economici, così come le destinazioni di spiaggia e natura sono visitate mediante queste opzioni.

Cuba, una destinazione di circuiti

Varadero. Foto: TTC

Cuba possiede più di 300 spiagge, alcune considerate tra le migliori dei Caraibi ed il mondo; 12 patrimoni mondiali dichiarati dall’Unesco (sette culturali, due naturali e tre opere immateriali) e sei riserve della Biosfera.

Questi programmi si appoggiano su un’infrastruttura turistica distribuita lungo l’arcipelago, sia quella complementare sia la pianta di 366 hotel e 68 000 camere, 69% delle quali sono 4 e 5 stelle, oltre a 24 000 camere in case private da affittare.

Ma il suo maggiore attributo risiede nella sicurezza per il visitatore e la gentilezza ed allegria dei cubani che l’accompagnano durante tutto il suo itinerario per la maggiore delle Antille.

ITINERARI ED OFFERTE

Cuba, una destinazione di circuiti

Baracoa. Foto: TTC

Le principali agenzie di viaggi ricettive del paese, che operano tutte le modalità turistiche, lungo il territorio nazionale, sono Cubatur, Havanatur, Viaggi Cubanacán e Gaviota Tours; si somma Ecotur, specializzata in turismo di natura. Gaviota Tours è ascritto al Gruppo di Turismo Gaviota ed i restanti, al gruppo imprenditoriale Viajes Cuba.

Le destinazioni che godono di maggiore preferenza tra i clienti sono: L’Avana, Viñales, Cienfuegos, Trinidad e Santa Clara, benché sempre di più continuino ad acquistare accettazione Camagüey, Bayamo, Santiago de Cuba, Baracoa e Gibara, tra altri, come affermò José Manuel Bisbé, presidente di Viajes Cuba, in intervista anteriore concessa a TTC.

Cuba, una destinazione di circuiti

L´Avana. File di foto

Secondo le fonti dei ricettivi Cubatur, Havanatur, Viaggi Cubanacán e Gaviota Tours, un totale di 21 circuiti fissi sono nelle loro cartelle: 10 combinano le modalità di città, natura e sole e spiaggia; sette, quelle di città e natura; e quattro, quelle di città e sole e spiaggia, iil che vidima la loro incidenza sulla diversificazione del prodotto turistico cubano.

Dei classificabili per la loro estensione, cinque percorrono tutta l’Isola; due, la zona orientale, ed uno, l’ovest e il centro. Riguarxdo al tempo di soggiorno, un 80% dura una settimana, vale a dire, quattro si considerano mini-circuiti di tre giorni. Il più lungo dei circuiti annunciati è di 11 giorni.

Più di una ventina di destinazioni turistiche cubane che abbracciano le 15 province dell’Isola, sia in terra ferma sia nella cayería nord, sono coperte da questi circuiti, in quasi 150 soggiorni. Probabilmente influito dalla loro equidistanza nella geografia insulare, i poli del centro del paese concentrano il 49% dei soggiorni o visite; l’ovest, un 36% e quello orientale il 15%.

Cuba, una destinazione di circuiti

Trinidad. File di foto.

Spicca la regolarità delle città patrimoniali L’Avana, Trinidad, Cienfuegos e Santa Clara, che raggruppano il 47% delle soste, ciò che segna una preponderanza del turismo culturale e di città nei design di questi programmi, favorendo la conoscenza dei valori culturali del paese, e contribuisce alla diversificazione del suo prodotto.

Dietro, tra i posti più visitati, da ovest a est: Viñales, i centri turistici di Las Terrazzas e Soroa (provincia di Artemisa), Penisola di Zapata, includendo Guamá e Spiaggia Girón; lo stabilimento balneare di Varadero, Cayos de Villa Clara e le città di Camagüey e Santiago de Cuba che rappresentano il 29%.

In minor misura, sono compresi nei programmi di circuiti, altri punti dell’Isola, come i cayos Levisa, Coco e Saetía; le città di Remedios, Sancti Spíritus, Ciego de Ávila, Bayamo, Holguín e Baracoa; le spiagge Santa Lucía e Guardalavaca ed i poli di destinazioni di natura Topes de Collantes e Pinares de Mayarí.

Cuba, una destinazione di circuiti

Holguin. Foto: TTC

Da parte sua, l’Agenzia di Viaggi Ecotur, che promuove il turismo ecologico, di avventura e rurale, include nel suo portafoglio più di sessanta offerte classificate come circuiti e programmi, tra cui tre mini-circuiti specializzati in turismo di natura, benché alcuni alternino con altre modalità.

Spiccano i circuiti di Campers, Motociclette Harley Davidson e Biciclette elettriche, ai quali si aggiungono tante diverse modalità come: cavalcate, giorni campestri, pesca, cicloturismo, osservazione di uccelli, trekking, immersione, jeep safari, hiking.

Cuba, una destinazione di circuiti

Cayo Saetía. File di foto.

A Pinar del Río, in particolare nella zona di Vueltabajo, può conoscere la coltivazione del migliore tabacco del mondo, e all’Avana, comprese le nuove province di Artemisa e Mayabeque, si concentra il 48% delle proposte; seguite da Holguín, con un 17%, che contempla Pinar del Río, Cayo Saetía e Parco Nazionale Alejandro di Humboldt. I restanti circuiti e programmi sono promossi in altri poli: Matanzas-Varadero-penisola di Zapata; Santiago de Cuba-Pico Turquino e Granma-Co mandancia de La Plata.

Menzione speciale meritano in questa modalità le rotte turistiche di natura che, sebbene non classificano come circuiti in sé, toccano varie destinazioni dentro l’Isola e costituiscono proposte tematiche per collegare itinerari dietro l’impronta di personalità o eventi trascendenti. Sono in vendita le rotte del Caffè dell’oriente nord cubano, del Cacao, del Tabacco, di Colombo, degli Uccelli, dei Fiumi, di Humboldt, del Caffè e la Gran avventura nella ruralità holguinera; ed altre, recentemente lanciate, che seguiranno le rotte del Rame, del miele, della musica tradizionale e delle tenute, della qualità di vita, del carbone e dei coccodrilli.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.