Home » Affari » Dopo cinque anni, la Zona Speciale di Sviluppo Mariel continua a crescere
Palmares-Varadero Gourmet

Dopo cinque anni, la Zona Speciale di Sviluppo Mariel continua a crescere

Dopo cinque anni, la Zona Speciale di Sviluppo Mariel continua a crescere

Foto: TTC

Nel contesto di FIHAV 2018, la Zona Speciale di Sviluppo Mariel, ZEDM, celebra il suo quinto anniversario durante i quali è cresciuto sistematicamente fino a contare 41 affari promossi, di 19 paesi, informò Wendy Miranda Borroto, direttrice dello Sportello unico della ZEDM.

Spiegò che gli utenti presenti rappresentano i settori: industria, industria alimentaria, costruzione, energie rinnovabili, finanziario-bancario, turismo, agroindustriale, petrolio, biotecnologico e di dispositivi medici.

Al presente, si continua edificando la sua infrastruttura base e sviluppando la logistica, benché ci siano già 15 imprese operando che le sostentano.

Recentemente si approvò il primo concessionario straniero per lo sviluppo di un’area dentro la ZEDM che avrà la funzione di creare le condizioni per lo stabilimento di altre imprese e che interverrà direttamente nella loro attrazione.

Durante la presentazione erano presenti imprenditori ed autorità partecipanti al Terzo Foro di Investimenti di FIHAV, tra cui le spagnole TGT Caribe S.A., di capitale completamente straniero, dedicata alla fabbricazione di formaggi e prodotti lattei; Resa Caribe S.A. per la produzione di piattaforme di elevazione, servizi di mantenimento industriale e costruttivo ed impalcature pluridirezionali; la vietnamita Viglacera per lo sviluppo di infrastrutture; l’impresa di operazione logistica cilena Agunsa Mariel S.A.

Inoltre, sono di recente approvazione l’impresa mista cubano-vietnamita Suchel TBV S.A. per la produzione di detergente in polvere; nel ramo della biotecnologia Innovative Immunotherapy Alliance ugualmente a due mani tra Cuba e Stati Uniti; e Vidrios Mariel S.A., mista tra il paese caraibico ed Italia per la produzione di contenitori di vetro.

A nome di questa ultima, l’impresario Dino Bombdardelli, espresse la soddisfazione per la concrezione dell’opportunità per stabilire l’impresa e ringraziò al Ministero di Industrie per l’appoggio.

Informò che la maggior parte delle risorse sono cubane ed aggiunse considerazioni sull’importanza di questa collaborazione che permetterà di sostituire, specialmente, importazioni nel settore alimentare.

Creata il primo novembre 2013, la Zona Speciale di Sviluppo Mariel è un progetto visionario a lungo termine che costituisce uno dei pilastri dell’aggiornamento del modello economico cubano.

Tra i suoi obiettivi si trovano lo sviluppo di beni e servizi di valore aggiunto, la concentrazione industriale, la sostituzione di importazioni, l’esportazione, l’uso di tecnologie pulite, la generazione di impieghi, tra altri.

Dispone di un’area di 465,4 km2, divisi in nove settori, dei quali quello A, che ha già un Piano di Ordinamento Territoriale ed Urbano, è il primo da sviluppare. Gli seguiranno il settore H, destinato al turismo, il settore B come prolungamento di quello A, ed il G collegato all’industria di materiali per la costruzione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.