Home » Turismo » Industria turistica cubana chiude il 2018 con risultati positivi
Palmares-Varadero Gourmet

Industria turistica cubana chiude il 2018 con risultati positivi

Industria turistica cubana chiude il 2018 con risultati positivi

Foto: Mintur

Cuba ha ricevuto 4,5 milioni di turisti internazionali, registrati fino al 18 dicembre, per una crescita del 6% rispetto ad uguale mese dell’anno anteriore, informò, Michel Bernal Quicutis, direttore Commerciale del Ministero di Turismo, in conferenza stampa offerta nel Hotel Iberostar Habana Riviera.

Detto risultato è preceduto da un aumento dal 18,5% in novembre, 17% in ottobre e 45% in settembre, dimostrazione del recupero graduale dell’industria dopo che i primi quattro mesi dell’anno segnassero numeri rossi dovuto ai danni che produsse l’Uragano Irma, che influirono sulla commercializzazione della destinazione.

Precisò il dirigente che, in maniera generale, l’estate 2018 registrò una crescita del 5,25% nei confronti del 2017.

Il Canada si mantiene come il principale mercato emittente, del quale si sono ricevuti più di un milione di visitatori fino alla data. Considerando l’importanza di questo mercato, Michel Bernal affermò che si lavorerà per raggiungere 1,3 milioni di turisti canadesi nel 2019, cifra record raggiunta in 2015.

Gli Stati Uniti occupano il secondo posto tra le emittenti, i cui cittadini arrivano principalmente per la modalità di crociere, quello che ha mantenuto stabile il flusso di visitatori nonostante le restrizioni imposte dal governo di Donald Trump, che impedisce agli statunitensi di viaggiare a Cuba come turisti e limita gii hotel ed altre installazioni che possono visitare.

I cinque principali mercati europei: Francia, Germania, Spagna, Regno Unito ed Italia decrescono tra un 10% e un 15% e per il loro impatto sull’indicatore di turisti/ giorni internazionali passano ad essere il centro di attenzione commerciale per il 2019, annunciò il direttore Commerciale del Mintur.

Nonostante, altri paesi romperanno record quest’ anno nell’invio di turisti a Cuba: Russia, +30%, Messico, +23%, Brasile, +16%, i cubani residenti nell’esterno, +13%, Cina, +10%, e Colombia, +10%.

Un altro risultato incoraggiante è che gli arrivi marittimi sono cresciuti 48%, perciò si stima che concludendo il 2018 ci saranno 850 000 croceristi, con L’Avana, la capitale, come principale porto di entrata al paese.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.