Home » Affari » Italia, ottavo paese negli scambi commerciali con Cuba e secondo in Europa
Palmares-Varadero Gourmet

Italia, ottavo paese negli scambi commerciali con Cuba e secondo in Europa

pabellon-italia-fihav

Per Italia, FIHAV 2014 est’anno potrà avere un’importanza ancora maggiore sia per essere dedicata agli investimenti.

“Al termine delle operazioni nel 2013, l’Italia si è mantenuta all’8 ° posto nella lista dei paesi che commerciano con Cuba e al secondo posto a livello europeo, con una vasta gamma di prodotti italiani importati; tuttavia, le esportazioni cubane sono essenzialmente limitate agli scarti di metallo e al rum in bottiglia, oltre ad altri prodotti di minor importanza, il che significa che abbiamo bisogno di lavorare molto per migliorare le nostre esportazioni di beni e servizi”, ha detto il presidente della Camera di Commercio di Cuba, il signor Orlando Hernández Guillén, in occasione della terza sessione del Comitato Imprenditoriale Cuba-Italia, che deve segnare una nuova tappa nel corso ascendente degli scambi commerciali tra le due nazioni.

Questo incontro è stato presieduto dal signor Carmine Robustelli, Ambasciatore d’Italia a Cuba, che ha evidenziato tre grandi eventi che vedranno i due paesi uniti nei prossimi mesi. Il più vicino è la XXXII Fiera Internazionale dell’Avana, FIHAV 2014, dal 2 all’8 Novembre “che quest’anno potrà avere un’importanza ancora maggiore sia per essere dedicata agli investimenti e per il fatto che è stata annunciata la partecipazione del nostro viceministro del Commercio Estero del Ministero per lo Sviluppo Economico (…) con una delegazione di associazioni italiane”.

L’Ambasciatore Robustelli ha ribadito l’importanza nel rafforzamento delle relazioni commerciali che avrà la partecipazione di Cuba a Expo Milano 2015, dal 1° maggio al 31 ottobre. Ha aggiunto che un altro momento importante sarà la Fiera Internazionale del Turismo FITCuba 2015, dal 5 al 7 di maggio, in cui l’Italia è stata dichiarata ospite d’onore, e ha affermato: “Dobbiamo lavorare in modo che la presenza dell’Italia a FITCuba sia importante e che si possa migliorare la collaborazione in un settore tanto essenziale per l’economia di Cuba come il turismo”.

Il Comitato Imprenditoriale Cuba-Italia è sorto tre anni fa e si è via via consolidato, da semplici incontri iniziali fino ad essere riconosciuto ufficialmente in Italia, parallelamente all’incremento delle relazioni bilaterali tra i due paesi. “Vi è un crescente interesse da parte delle istituzioni cubane e italiane per avvicinarsi reciprocamente non solo economicamente, ma anche politicamente e culturalmente. Siamo in un’epoca in cui l’interesse è grande in Italia per ciò che sta accadendo a Cuba e dobbiamo lavorare affinché questa fase non trascorra senza che si concretizzino i rapporti tra le imprese”, ha dichiarato l’ambasciatore.

L’essenza dei meccanismi e delle opportunità derivanti dalla nuova legge sugli investimenti esteri a Cuba sono stati riassunti agli imprenditori italiani, ai quali è stata anche presentata la Zona Speciale di Sviluppo Mariel, assieme ai regimi alle politiche speciali che la riguardano e ai vantaggi di investire nella zona; il piano riguardante l’organizzazione territoriale e urbanistica, le infrastrutture di base già disponibili, le opportunità commerciali e le funzioni dell’Ufficio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.