Home » Dossier » Massimo Bonanno: protagonista del commercio cubano
Palmares-Varadero Gourmet

Massimo Bonanno: protagonista del commercio cubano

massimo-bonanno-carmine-robustelli

Massimo Bonanno e l’eccellentissimo Carmine Robustelli, Ambasciatore italiano a Cuba.

 

Massimo Bonanno è un imprenditore italiano radicato a Cuba da circa 20 anni. Il suo fruttifero lavoro nel promuovere iniziative commerciali nella nazione caraibica gli ha fatto guadagnare il titolo di Vice Presidente del Comitato Imprenditoriale Cuba – Italia, una personalità di riferimento obbligatorio se si tratta del commercio tra i due paesi. In un’intervista rilasciata a TTC online, Bonanno ha dettagliato i principali progetti dell’ente che dirige.

Ha messo in evidenza l’attività che il Comitato sta sviluppando nel campo dell’energia alternativa e per questo si sta valutando di portare a Cuba una società specializzata nel sistema di biomassa, nel riciclaggio di marabù e di altri materiali utilizzati. L’obiettivo è di ottenere energia rinnovabile, uno dei principali interessi del governo cubano.

Ha anche giudicato numerose le possibilità che offre la Zona del Mariel presentata a FIHAV nel 2013, come un importante centro di investimento.

Bonanno ha rivelato a TTC Online che attualmente sono in corso trattative per portare a Cuba una compagnia low cost, con una forza lavoro al cento per cento cubana, per sviluppare i viaggi verso l’America Latina, e collegando per via aerea i paesi dell’ALBA, ma anche Panama, Messico, Canada e Repubblica Dominicana. I voli dureranno un massimo di quattro ore e saranno operati con Airbus A320 di ultima generazione.

L’ idea parte da un obiettivo umanitario: dare la possibilità a tutti gli amici di Cuba di conoscerla perché di solito queste persone, che sono studenti, attivisti, rivoluzionari non possono viaggiare. In questo modo, avrebbero la possibilità di partecipare al processo di integrazione che l’America Latina sta vivendo e che si accorda ai loro interessi.

Il suo giudizio rispetto all’andamento delle relazioni commerciali CUBA-Italia è stato molto positivo. Ha risaltato che nel 2012 è stato registrato il maggior numero e livello di accordi bilaterali dall’inizio della Rivoluzione.

Massimo è anche il presidente del gruppo Finauto, che distribuisce a Cuba le auto Kia, Ssameyong, gli omnibus Daewoo e soprattutto apparecchiature diagnostiche, strumenti e officine che si trovano in Italia.

Ha accennato all’Agenzia Viaggi Caribbean Diving Center, registrata presso la Camera di Commercio di Cuba, con la quale lavora nel paese, e ha aggiunto tra i sui progetti quello di attirare il turismo sostenibile.

Per quanto riguarda il lavoro del Comitato Imprenditoriale Cuba – Italia in altri paesi dell’America Latina e dei Caraibi, ha detto che hanno uffici a Panama, Nicaragua, Guatemala, Costa Rica, e in tutti i paesi dell’ALBA, soprattutto Bolivia, Venezuela ed Ecuador.

Infine ha fatto presente che l’evoluzione del sistema politico italiano ha generato automaticamente un cambiamento nel sistema delle relazioni diplomatiche in tutte le nazioni e logicamente, si sono rafforzati i legami con Cuba, dal punto di vista economico, sociale, culturale e della solidarietà. A questo proposito, ha detto che la settimana della cultura italiana sull’isola caraibica sarà un’altra occasione per sviluppare queste relazioni.


{relatednews}

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.