Home » Eventi » Punto di vista: Bella città L’Avana
Palmares-Varadero Gourmet

Punto di vista: Bella città L’Avana

eusebio-leal-habana500

“Per salutare la nascita della capitale di tutti i cubani, ha detto Eusebio Leal Spengler, sono stati approvati vari programmi che comprendono il termine di opere importanti.” Foto: TTC

“L’Avana ha avuto un ruolo importante nella costruzione del carattere nazionale, nelle lotte per l’indipendenza, nelle battaglie guidate dagli studenti e dai lavoratori. Questa città è anche una riserva patrimoniale impressionante”, ha affermato il Dottor Eusebio Leal Spengler, storiografo della città, in una conferenza stampa, riferendosi a un piano d’attività in riconoscimento de L’Avana, che nel novembre del 2019 celebrerà il suo primo mezzo millennio.

“Per salutare la nascita della capitale di tutti i cubani, ha detto Eusebio Leal Spengler, sono stati approvati vari programmi che comprendono il termine di opere importanti, come alcune sale del Capitolio Nazionale di Simboli della Patria, dell’Inno e la Costituzione; il termine del Museo della Ferrovia di Cuba “Estación Cristiana”; la nuova sede e il montaggio del Museo dell’Automobile e il recupero della prima sede della Camera dai Rappresentanti.

Inoltre la ristrutturazione della Casa Museo Alejandro de Humboldt; le stazioni del nuovo sistema pubblico di biciclette del Centro storico, il progetto “Ha Bici”; il centro di formazione per il Restauro e il Disegno, l’ospedale psicopedagogico “La Edad de Oro” e il programma delle case che beneficerà almeno 700 persone.

«L’Avana è una città che sofferto l’impatto di cicloni e di cambi politico- economici, ma è sempre viva …» ha detto Spengler, per cui uno dei propositi di questa celebrazione sarà incidere lentamente nei 15 municipi della capitale con lavori che devono essere accompagnati delle cure della popolazione e dal miglioramento dei servizi.

Tra le attività culturali per il 500º anniversario, ci sono il programma  Ruta y Andares, con la visita alle opere restaurate; il progetto “Detrás del Muro”, della 13ª Biennale de L’Avana lungo il Malecón e del Paseo del Prado, con interventi artistici in edifici e spazi pubblici del Centro storico; l’esposizione “Huellas sobre la ciudad”, con le opere di 50 pittori che hanno contribuito ai lavori dell’Ufficio dello Storiografo, così come l’evento internazionale sulla  Gestione delle Città Patrimoniali Avana 500, punto di partenza per il suo sviluppo.

Fonte: Granma Internazionale

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.