Home » Eventi » Riceve L’Avana distinzione di Capitale Ibero-americana dei Cocktail
Palmares-Varadero Gourmet

Riceve L’Avana distinzione di Capitale Ibero-americana dei Cocktail

Tropicana-L'Avana

Il presidente della Reale Accademia di Gastronomia della Spagna e dell’Iberoamerica, Don Rafael Ansón e il ministro cubano di turismo, Manuel Marrero (destra). Foto: Josefina Pichardo. TTC

L’Avana ricevette la certificazione ufficiale di Capitale Ibero-americana dei Cocktail 2018, considerando il percorso dei suoi bar e baristi, dalle mani del presidente della Reale Accademia di Gastronomia della Spagna e dell’Iberoamerica, Don Rafael Ansón.

Ansón consegnò il diploma conferito al ministro cubano di turismo, Manuel Marrero, in una piacevole cerimonia che ebbe luogo nei salone Archi di Vetro del celebre cabaret Tropicana, dove si presentò anche Jorge Méndez, presidente della Cattedra Cubana di Gastronomia e Turismo, associazione cubana omologa dell’Accademia della suddetta disciplina.

Furono riconosciuti famosi bar della capitale come il Floridita, La Bodeguita del Medio, Sloopy Joes, Olalá, privato, e quelli di Tropicana, l’Hotel Nacional de Cuba, Tryp Habana Libre, Habana Riviera by Iberostar e Mercure Sevilla; così come l’Associazione di Cantinieri di Cuba.

Tropicana-L'Avana

Furono anche decorati vari baristi cubani che hanno ricevuto giài premi nazionali e internazionali.

Nelle sue parole all’auditorium, Ansón rilevò che L’Avana ha “molto da apportare al mondo dei bar.” Le città del mondo che hanno conseguito tale categoria sono Cordova (Spagna), Guanajuato (Messico), Merida (Spagna), Buenos Aires (Argentina) e ora L’Avana.

Da parte sua, il ministro Marrero ringraziò per l’alta distinzione che ricevette L’Avana “come se fosse dell’intero”, proprio quando mancano appena alcuni mesi per il 500º Anniversario dell’Avana, e per l’aiuto del Sig. Ansón nel rinvigorimento della gastronomia cubana, giacché ha seguito gli avvenimenti degli ultimi anni relativi al ramo. Assicurò che i visitatori stranieri godono degustando la varietà del rum cubano e i cocktail e che Cuba continuerà a scommettere sulla preservazione del patrimonio gastronomico.

Rilevò, ugualmente, le strette alleanze esistenti tra il Mintur e l’Associazione di Baristi di Cuba, per preservare il patrimonio gastronomico della nazione ed elogiò il lavoro svolto dalle compagnie come Cuba Ron e l’impresa mista cubano-francese Havana Club International S.A.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.