Home » Dossier » Speciale di TTC: Il turismo di lusso è in trasformazione
Palmares-Varadero Gourmet

Speciale di TTC: Il turismo di lusso è in trasformazione

Speciale di TTC: Il turismo di lusso è in trasformazione

Più viaggiatori apprezzano visitare posti con culture diverse dalle proprie e cercano di avere più tempo libero per soggiorni più lunghi. Foto: bigstock

F. Martín

Servizio di TTC.- Il concetto di turismo di lusso sta cambiando, e i viaggiatori passano dall’opulenza nelle sue ferie a cercare esperienze esclusive, secondo un rapporto specializzato di GlobalData.

“I viaggi di lusso non sono oramai esclusivi delle persone di classe media alta, con un alto patrimonio netto (HNWI) e di individui di patrimonio olto alto (NHWI), poiché l’elezione e i costi di queste ferie migliorano”, stimò la società di analisi di mercato.

Secondo le statistiche, il numero globale di ospiti che si alloggiarono in hotel di lusso aumentò oltre 186 milioni nel 2009 a 306 milioni nel 2017 e si aspetta che arrivi quasi a 395 milioni nel 2021.

Secondo la relazione intitolata “Approfittando del mercato di viaggi di lusso”, il turismo di lusso sta cambiando gradualmente, e i viaggiatori passano dall’opulenza alla ricerca di esperienze esclusive.

Mentre i viaggi di lusso erano prima associati al trasporto di prima classe, all’alloggio in cinque stelle e a ristoranti con stelle Michelin, le percezioni e priorità del consumatore odierno stanno ridefinendo il concetto di ferie ad alto costo.

Adesso e secondo l’analisi di GlobalData più viaggiatori apprezzano visitare posti con culture diverse dalle proprie e cercano di avere più tempo libero per soggiorni più lunghi.

GlobalData Plc, è una compagnia di mezzi digitali creatasi nel 1999 e quotata nella Borsa di Londra dall’anno 2000. La sua sede corporativa è a Londra e ha anche uffici negli U.S.A, Argentina, Corea del Sud, Messico, Cina, Giappone, India e Australia.

Secondo la sua relazione, i denominati millennials, cioè la nuova generazione di turisti nel mondo, non stanno tra i settori di popolazione più ricchi e secondo le forme tradizionali di valutazione non sarebbero considerati un obiettivo demografico per il turismo di lusso.

I millennials non possono essere disposti a spendere molto in un alloggio di lusso, ma sì a negoziare in attività esclusive caratterizzate da un elemento istruttivo.

La notizia afferma che esistono oggi vari tipi principali di viaggiatori di lusso. Alcuni possono considerarsi come quelli che sostengono che “il tempo è denaro”, altri vogliono una “occasione speciale” e altri l’ultra lusso.

I gruppi di entrate più modeste continuano a crescere, ciò che per GlobalData significa un’opportunità per la crescita del mercato.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.