Home » Dossier » Speciale di TTC: Le crociere dei Caraibi offrono già paradisi cubani
Palmares-Varadero Gourmet

Speciale di TTC: Le crociere dei Caraibi offrono già paradisi cubani

Le attrattive naturali di Guanahacabibes sono le sue piccole spiagge solitarie dove vengono le tartarughe marine giganti nelle notti di estate.

Le attrattive naturali di Guanahacabibes sono le sue piccole spiagge solitarie dove vengono le tartarughe marine giganti nelle notti di estate.

Servizio di TTC.- Le navi crociere internazionali che solcano il Mare dei Caraibi aumentano i loro arrivi di turisti ai porti cubani, alcuni a paradisiache regioni, e accrescono le proprie offerte e i propri guadagni nonché quelli di altre isole dei Caraibi che già da anni sono nei loro itinerari.

Esperti regionali dicono che lo sviluppo attuale dell’industria dell’ozio a Cuba si deve anche a una migliore gestione degli amministratori nazionali ed anche col “disgelo” tra l’isola e Stati Uniti. Per anni l’industria turistica cubana, in modo parziale o totale, ignorò le crociere come una modalità molto efficace per attrarre i turisti stranieri.

L’embargo o blocco che gli Stati Uniti hanno applicato all’isola durante gli ultimi 60 anni, è stato un serio ostacolo per le compagnie di crociere per il timore cagionato dai castighi di Washington se le loro navi toccavano porti di Cuba, nelle bellissime regioni dove la natura è quasi intatta. È il caso di Guanahacabibes, una regione remota dell’ovest di Cuba che spera di ricevere circa 16.000 turisti a bordo di 90 crociere internazionali entro giugno di2016.

Il cuore di quest’area quasi selvaggia, il Parco Nazionale Guanahacabibes, ha due riserve naturali:  Il Veral e Cabo Corrientes. La voce Guanahacabibes viene da una parola composta della lingua Arawak, e può interpretarsi come il posto delle iguane o sito delle iguane:  Guana (iguana), ha (sì), cabibes, posto o sito.

Le attrattive naturali di Guanahacabibes sono le sue piccole spiagge solitarie dove vengono le tartarughe marine giganti nelle notti di estate. Anche i cosiddetti Casimbas o cenotes, canali di scolo di pietra calcarea con piscine naturali che sono ideali per l’immersione in grotte che sono nella Valle di San Juan, Poza Redonda e Juan Claro;  e moli per imbarcazioni internazionali, con comode strutturei turistiche in María la Gorda e Spiaggia Las Tumbas. In quest’ultimo posto ci sono dei bei fondali marini, coi loro scogli e caverne piene di pesci, gorgonie, frutti di mare, e corallo nero protetto da regolamentazioni ambientali.

Le specie endemiche della Penisola sono il cervo, l’iguana e la jutía (assomiglia a un topo da albero). Anche il coccodrillo, re di pantani e lagune.

Durante l’attuale stagione di crociere nei Caraibi, la linea italiana MSC decise di utilizzare L’Avana come home port di una delle sue navi, il recentemente rinnovato MSC Opera. MSC opera nei Caraibi e offre 16 viaggi che con sette notti in Giamaica, le Isole Caimano e il Messico e due notti nella magica capitale cubana.

Si aspettano anche i cittadini statunitensi che per decenni ebbero Cuba come isola proibita e ora cominciano a ritornare. L’impresa di crociere Carnival annunciò già il suo piano per trasformarsi nella prima compagnia di crociere degli Stati Uniti in visitare a Cuba da1960.  Le crociere della “Carnival” offriranno una settimana a bordo del barco Adonia che trasporta 710 passeggeri.

Il presidente della Carnival, Arnold Donald, divulgò nello scorso luglio che il programma previsto per Cuba è “un” primo passo importante per la sua impresa e per l’industria di crociere in generale. “Siamo sicuri che ciò sarà la punta dell’iceberg ti quanto accadrà in questo senso nei prossimi anni”, assicurò. L’impresa ottenne già i permessi che esige ancora Washington per fare i suoi viaggi a Cuba.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.