Home » Dossier » Speciale di TTC: Ministro regionale domanda un approccio di collaborazione più profonda
Palmares-Varadero Gourmet

Speciale di TTC: Ministro regionale domanda un approccio di collaborazione più profonda

Speciale di TTC: Ministro regionale domanda un approccio di collaborazione più profonda

Foto: dmitry-travnikov

Autore: F.Martin, Traduzione: Giselle Sarracino

I Caraibi hanno ricevuto la proposta di un approccio di collaborazione più profonda per lo sviluppo del turismo nella regione, che permetterà di combattere minacce e rischi condivisi e di continuare ad essere competitivo a livello mondiale.

Uno dei ministri più attivi del turismo regionale, Edmund Bartlett, della Giamaica, espose nell’Organizzazione di Turismo dei Caraibi, CTO, durante la sua Settimana Annuale dei Caraibi a New York, la settimana scorsa, che l’isola ha una posizione unica per favorire questa crescita turistica fenomenale che si prevede si produca a livello mondiale ad un tasso del 4-5 % durante i prossimi anni, purché si stabiliscano certe sistemazioni ed una buona pianificazione strategica a livello regionale.

“I leader regionali del turismo: compagnie alberghiere, funzionari governativi, specialisti in marketing ed autorità aeronautiche devono identificare una cornice collaborativa multidimensionale che sia più adeguata a migliorare i prodotti e servizi turistici nella regione”, aggiunse il ministro.

Rilevò anche che, se non si adotta con fermezza e determinazione questp approccio collaborativo dipendente, si potrebbe pregiudicare la competitività a lungo termine delle economie regionali altamente dipendenti dal turismo.

I Caraibi ebbero 30 milioni di visitatori nel 2017, cioè, una spesa totale da parte dei visitatori di 37 miliardi di dollari.

Bartlett fece un appello affinché “i legislatori rafforzino la cooperazione diretta ad identificare e sviluppare strategie ed innovazioni per consolidare ed espandere le quote di mercato della regione di visitatori internazionali e anche il turismo sia più vantaggioso per le comunità locali.”

L’Organizzazione di Turismo dei Caraibi (CTO), con sede a Barbados ed uffici a New York e Londra, comprende 26 paesi e territori, così come altri membri alleati del settore privato.

La visione della CTO è posizionare i Caraibi come la destinazione di clima caldo più ambita durante tutto l’anno. Il suo proposito è guidare il turismo sostenibile sotto il moto di “un mare, una voce, un Caraibi”.

Bartlett ha chiesto una nuova architettura per il turismo caraibico al fine di aggiungere più valore alle esperienze turistiche ed aumentare la crescita.

Sottolineando la competitività globale del settore e la dipendenza della regione in questa attività economica, Bartlett sollecitò agli stati membri della CTO di cercare un approccio più collaborativo per garantire non solo la sostenibilità ma anche la resilienza dentro la regione.

La Settimana dei Caraibi della CTO è l’attività turistica regionale più grande nell’area di New York. Quest’ anno, l’evento ha attratto oltre a 6000 partecipanti, di più di 24 paesi membri, per una serie di discussioni regionali sul futuro dell’industria.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.