Home » Dossier » Speciale di TTC: Brindiamo con rum in onore ai Caraibi
Palmares-Varadero Gourmet

Speciale di TTC: Brindiamo con rum in onore ai Caraibi

Speciale di TTC: Brindiamo con rum in onore ai Caraibi

È l’Havana Club sette anni, con una nuova bottiglia tradizionale ed il suo inalterabile sapore che mantiene da secoli. Foto: TTC

F. Martin

Servizio di TTC.- Nell’epoca coloniale, i pirati dei Caraibi lasciavano passare, senza assalire, le navi che trasportavano rum all’Europa. Oggigiorno non farebbero una cosa così perché il valore delle vendite di rum, solo negli Stati Uniti, supera i due miliardi di dollari all’anno.

In questo momento, il rum è il vero imperatore del turismo nei Caraibi tra le bibite che si possono assaggiare lì.

Esiste, inoltre, una dura competizione tra i migliori rum della regione. Secondo gli esperti, tra i marchi più ambiti ci sono l’Appleton Speciale, della Giamaica, il Rum Dorati 21 anni, delle Barbados, ed il Rum Myers, anch’esso della Giamaica.

Cuba, un po’ in silenzio perché è stata fuori dal mercato statunitense per 50 anni a causa dell’embargo che impone Washington, ha, tuttavia, grandi possibilità nel ramo. Ha anche qualche “arma segreta” concernente i rum e cocktail elaborati con questa bibita. Una è già presente nel mercato. È l’Havana Club sette anni, con una nuova bottiglia tradizionale ed il suo inalterabile sapore che mantiene da secoli.

Secondo esperti che parteciparono a L’Avana alla sua presentazione, questa marchio di rum cubano è leader nella categoria di qualità extra in tutto il mondo ed è pronto a essere commercializzato nel mercato nazionale ed internazionale con la sua nuova immagine.

Il bramato mercato statunitense è uno degli obiettivi di questo “sette anni.” Jérome Cottin-Bizonne, direttore di Havana Club International S.A., un’impresa francese-cubana affermò recentemente nella capitale cubana, durante la presentazione della nuova immagine, che il nuovo design vuole attrarre i consumatori di bibite ad alta qualità attraverso una presentazione che riflette la storia del prodotto più leggendario della compagnia Havana Club, con sede a Cuba.

La bottiglia evoca la forma dei recipienti che si usavano agli inizi del secolo XX, quando incominciò la produzione di rum invecchiati nell’isola. La bottiglia contiene la stessa quantità di liquido e la vendita continuerà al prezzo abituale, aggiunse Cottin-Bizonne.

Il direttore di Havana Club Internazionale segnalò alla stampa che la compagnia è “pronta a far fronte all’apertura di nuovi mercati, compreso quello degli Stati Uniti, dove ancora il rum cubano non può essere venduto a causa delle restrizioni economiche, commerciali e finanziarie dell’embargo.

L’Appleton Speciale è rinfrescante quando si aggiunge birra di zenzero molto fredda. Il Dorato rum 21 anni si assaggia meglio a poco a poco, purché sia “solitario” nel bicchiere.

I rum cubani, affermano i suoi fanatici, ha, invece, una personalità misteriosa. I marchi cubani sono quasi tutti storici perché “bevitori” molto famosi li adottarono. Tra essi spicca Ernest Hemingway che risiedette 30 anni della sua vita a Cuba. Il Daiquiri, Mojito, Cuba Libre e Mulata sono, ognuno, una specialità di miscugli di rum, zucchero ed erbe con ghiaccio. Ciò è molto importante per combattere con successo il caldo nel tropico, senza usare l’aria condizionata.

Il daiquirí cubano “fa” capo a una gran famiglia di cocktail i cui ingredienti principali sono il rum, il succo di citrici e zucchero che si prepara con ghiaccio polverizzato. La bibita originale fu ipoteticamente inventata da un ingegnere minerario statunitense, chiamato Jennings Cox chi si trovava in Cuba nel momento della Guerra Cubano-Spagnola-Americana che finì in1898.

Una delle versioni sulla storia del Mojito, diventato un simbolo cubano, è che il proprio Hemingway godette della sua nascita nella Bodeguita del Medio a L’Avana, un ristorante famoso che c’è ancora.
Se vuole assaggiare il mojito, usi alcune foglie di mentuccia in un bicchiere lungo, spesso chiamato bicchiere “Collins.” Sprema il succo di limoni fino a che ottenga due once. Aggiunga zucchero a velo.

Schiacci soavemente le foglie di mentuccia mischiata con il succo e lo zucchero. Aggiunga ghiaccio, preferibilmente triturato e di seguito rimescoli e riempia con acqua minerale gasata. Decori il bicchiere con un piccolo ramo di menta. E… alla vostra salute!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.