Home » Dossier » Speciale TTC. Caraibi: Buone Notizie
Palmares-Varadero Gourmet

Speciale TTC. Caraibi: Buone Notizie

Speciale TTC. Caraibi: Buone Notizie

Autore: Frank Martín, Traduzione: Giselle Sarracino

Buone notizie sul turismo nei Caraibi, incominciando il 2019, hanno dissipato molte delle preoccupazioni sulla regione che portò il terribile impatto degli intensi uragani consecutivi in 2017.

Secondo dati dell’Organizzazione di Turismo dei Caraibi (CTO, sigle in inglese), le isole che furono colpite sembrano essere pronte a raggiungere una crescita continua man mano che i Caraibi si addentrano nella stagione di inverno, tradizionalmente il periodo dell’anno più intenso della regione.

Questo è il caso delle Isole Caimano e Granada che diventarono i primi paesi dei Caraibi in pubblicare cifre dettagliate di arrivi di visitatori in 2018.  Entrambe le nazioni informarono crescite di due cifre negli arrivi.

Anche le autorità di turismo nelle Isole Vergine Britanniche e Santa Lucía pubblicarono recentemente dati che indicano anche un aumento negli arrivi dell’anno concluso.

Queste destinazioni caraibiche stanno registrando un aumento nell’arrivo di visitatori per 2018, superando ostacoli importanti creati dagli uragani molto distruttivi di settembre 2017.

Tutto dimostra che i viaggiatori stanno ritornando alle destinazioni dei Caraibi. Un risultato è che compagnie tanto importanti quanto American Airlines e Jet Blue Airways annunciarono servizi di rotte ampliate nei Caraibi alla fine dello scorso anno.

Sono eccellenti notizie perché attorno al 20% delle 34 destinazioni caraibiche che soffrirono danni significativi a causa dei temporali di 2017 come Anguilla, Barbuda, le Isole Vergine Britanniche, Dominica, Porto Ricco, San Martin e le Isole Vergine degli Stati Uniti, le più colpite, diminuirono gli arrivi di visitatori dopo gli uragani.

Le statistiche indicano che le Isole Caimano ricevettero 410,984 visitatori che pernottarono nei primi 11 mesi 2018.

I funzionari del Dipartimento di Turismo dell’Isole Caimano informarono che il totale rappresenta un aumento dell’11,26% in paragone ai visitatori ricevuti nello stesso periodo in 2017.  La cifra è la più alta di visitatori che pernottano, nella storia delle Isole Caimano.

Cuba, una gran destinazione turistica nell’area colpita dagli uragani di 2017, fu invasa da un record di 4,75 milioni di visitatori in 2018, dovuto all’aumento del turismo del 60% in quattro anni con l’auge delle crociere.

L’anno scorso, il numero di navi che attraccarono nel porto cubano dell’Avana crebbe del 48%.

Il Canada continua ad essere il principale mercato turistico di Cuba, con1.1 milioni di canadesi visitandola annualmente.

In generale, si aspetta che gli arrivi di turisti aumentino un 7% il prossimo anno, cioè, 5,1 milioni.

Il turismo di Cuba ricevette un colpo alla fine di 2017, soffrendo una devastazione provocata dall’uragano Irma e le restrizioni più strette dei viaggi dagli Stati Uniti imposte dall’amministrazione Trump.

Granada, l’isola del sud dei Caraibi fu una destinazione di viaggio “caldo” in 2018, poiché le crociere, yacht e passeggeri notturni sommarono 528,077 visitatori, un aumento del 12.9% in confronto al 2017.

Il Canada, quale come mercato emittente caraibico, registrò la maggiore crescita in 2018, con un aumento del 19,1%, seguito dagli Stati Uniti, con il 12,38%.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.