Home » Dossier » Speciale di TTC: I Caraibi sono una popolare destinazione sportiva
Palmares-Varadero Gourmet

Speciale di TTC: I Caraibi sono una popolare destinazione sportiva

Speciale di TTC: I Caraibi sono una popolare destinazione sportiva

Foto: Narmys Cándano. TTC

Autore: F. Martín, Traduzione: Giselle Sarracino

Servizio di TTC- I Caraibi sono sempre stati una destinazione molto popolare nell’ambito del golf.
È vero che, in questo momento, nella regione ci sono più opzioni che mai per i golfisti.

La Repubblica Dominicana è oggi una delle migliori destinazioni di golf del mondo. Antigua, Aruba e anche le Bahamas sono posti importanti per giocare a golf. Altri due paesi, Cuba e Haiti, stanno facendo dei passi in avanti allo scopo di ricevere più golfisti, non importa se sono o no in vacanze.

Tuttavia, non a tutti i turisti piace il golf.

Speciale di TTC: I Caraibi sono una popolare destinazione sportiva

Foto: www.bubblefootball.es

Per esempio, Aruba è già una favorita tra i fanatici del cosiddetto football rugby, specialmente quelli che risiedono in città come Boston, Filadelfia, Minneapolis e altre, negli Stati Uniti.

Aruba garantisce un clima perfetto per il rugby, considerando gli eccellenti hotel e resort di lusso per servire i giocatori di quel rude sport. A un incontro sulla suddetta disciplina, ad Aruba, ormai annunciato per dicembre 2018, si aspetta partecipino più di 450 allenatori, dirigenti, amministratori ed espositori.

Il pezzo centrale dell’incontro sarà un Torneo, considerato il più antico nei Caraibi, nel quale si presenteranno alcune delle migliori squadre di club maschili e femminili di tutto il mondo.

Squadre del Canada, gli Stati Uniti, Regno Unito, Europa e di altre isole dei Caraibi quali Trinidad e Tobago e Santa Lucia hanno già comunicato la loro intenzione di parteciparvi.

Il football o calcio, il cosiddetto sport delle moltitudini, classifica anche come uno degli sport di squadra più popolari nei Caraibi. Quasi tutti i paesi tifano per squadre nazionali, alcune delle quali, lungo la loro storia, sono riuscite a classificare alle eliminatorie della Coppa Mondiale della FIFA.

Speciale di TTC: I Caraibi sono una popolare destinazione sportiva

Il Cricket, non molto conosciuto in America latina, è tuttavia lo sport più popolare nei Caraibi britannici o anglofoni. Le Antille governano il cricket nei Caraibi e dei buoni stadi per lo sport possono trovarsi in Antigua, Barbados, Granada, Guyana, Giamaica, Saint Kitts, Santa Lucia, Saint Vincent e Trinidad e Tobago, anfitrioni della Coppa Mondiale di Cricket 2007.

Il baseball, molto forte negli Stati Uniti, ha forti leghe e milioni di seguaci nella Repubblica Dominicana, Cuba e Porto Ricco.

Speciale di TTC: I Caraibi sono una popolare destinazione sportiva

Foto: www.visionsportstravel.com

Il torneo di Baseball dei Caraibi è l’evento più importante della regione. Nel 2017, parteciparono all’appuntamento i campioni della Lega Nazionale di Cuba, la Lega di Baseball Professionale Dominicana, la Lega Messicana del Pacifico, la Lega di Baseball Professionale di Porto Ricco e la Lega di Baseball Professionale del Venezuela. Ebbe luogo dal 1º al 7 febbraio 2017, nel Nuovo Stadio Tomateros, in Culiacán, Messico.

Grazie al buon clima che c’è durante la maggior parte dell’anno, i Caraibi offrono ai visitatori, in modo quasi permanente, la pratica di sport relativi al mare.

Speciale di TTC: I Caraibi sono una popolare destinazione sportiva

Kitesurf, Jardines del Rey, Cuba. Foto: Narmys Cándano. TTC

Il clima regionale favorisce le pratiche di discipline come il kitesurf e il windsurf, yacht, l’immersione, l’esplorazione, il paddleboard e altri. I turisti possono trovare attività d’avventura che includono rotte di trekking e avventure acquatiche diverse.

Il turismo sportivo proporziona ai paesi anfitrioni una gran copertura mediatica. Questa copertura non solo si riferisce agli eventi sportivi, bensì fornisce ai potenziali visitatori informazione importante sulle culture e le possibilità di turismo.

Allo stesso modo, contribuisce, senza dubbi, ad aumentare le entrate dell’industria dell’ozio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.