Home » Dossier » Speciale di TTC: Russia e gli Stati Uniti competono per il primo posto nel turismo spaziale

Speciale di TTC: Russia e gli Stati Uniti competono per il primo posto nel turismo spaziale

Share Button
Speciale di TTC: Russia e gli Stati Uniti competono per il primo posto nel turismo spaziale

Foto: Fernando Gregory /123rf

Autore: F. Martín, Traduzione: Giselle Sarracino

Servizio TTC.- Come nei vecchi tempi, i russi e gli statunitensi gareggiano, benché ora, e in questo caso, lo facciano per diventare i primi nei viaggi magici e misteriosi del turismo spaziale.

Mentre la Russia decide di collocare un hotel di lusso nella Stazione Spaziale Internazionale, ISS, le corporazioni private statunitensi stanno lavorando per offrire ai clienti un breve ma intenso viaggio allo spazio.

La Stazione Spaziale Internazionale, ISS, è il progetto scientifico e tecnico internazionale più complesso della storia e la struttura più grande che gli umani abbiano mai collocato nello spazio. Questo satellite di lusso è un laboratorio di nuove tecnologie e una piattaforma di osservazione per la ricerca astronomica, ambientale e geologica.

Presto potrebbe significare un fine settimana spaziale per le persone in vacanze in una stazione spaziale che vola a un’altitudine media di 248 miglia (400 chilometri) dalla Terra. Questo pezzo unico dell’ingegneria terrestre circola attorno al globo terracqueo ogni 90 minuti a una velocità di approssimativamente 17,500 mph (28,000 kph). Cioè, in un giorno, la stazione copre la distanza tra la Terra e la Luna, andata e ritorno.

Un record per qualunque turista che si vanti di esserlo.

La stazione spaziale può competere in luminosità con lo splendente pianeta Venere e appare come una brillante luce in movimento che attraversa il cielo notturno.

Secondo la rivista U.S. The Popular Mechanics, il piano della corporazione spaziale russa Roscosmos di costruire un hotel di lusso nell’ISS faciliterà che qualunque persona, le cui tasche siano sufficientemente profonde da sborsare almeno 40 milioni di dollari per godere dell’esperienza, potrà rimanere in quella “brillante luce” per una settimana o due.

RKK Energia costruisce già il primo dei due moduli che diventeranno laboratorio di scienza e stazione di fornitura di energia. Benché il secondo modulo sia stato sempre parte del piano, il governo russo solo sta pagando per il primo.

L’interno del secondo modulo avrà quattro camere da letto di circa di due metri cubici ciascuna, con finestre di 9 pollici. Avrà anche due stazioni “mediche” e d’igiene, così come un soggiorno con una finestra di 16 pollici.

RKK Energia spera di portare al suo hotel uno o due turisti in ogni volo della Soyuz, dopo che la NASA smetta di comprare posti nella capsula per gli astronauti che vanno all’ISS, il che avverrà una volta che i veicoli del programma di equipaggio commerciale di Boeing e SpaceX siano pronti.

Negli Stati Uniti, il CEO di Virgin Galactic, Sir Richard Branson, disse il mese scorso che il primo viaggio spaziale che la sua compagnia sta preparando potrebbe realizzarsi agli inizi del 2018.

Virgin Galactic è da vari anni che verifica le capacità del suo VSS Unity, un’aeronave spaziale suborbitale commerciale.

Agli inizi del 2017, collaudarono il sistema di reingresso del veicolo dopo avere completato con successo un paio di voli di planata nel 2016.

Share Button

Commenti