Home » Dossier » Speciale TTC: Turismo: È necessaria l’intelligenza artificiale?
Palmares-Varadero Gourmet

Speciale TTC: Turismo: È necessaria l’intelligenza artificiale?

Speciale TTC: Turismo: È necessaria l'intelligenza artificiale?

Foto: aimage/123rf

Autore: F. Martin, Traduzione: Giselle Sarracino

Servizio TTC.- L’intelligenza artificiale si basa su un’ampia teoria ed è lo sviluppo di sistemi informatici in grado di realizzare compiti che normalmente richiedono intelligenza umana.

Tra quei compiti possono esserci la percezione visuale, il riconoscimento di voce, la presa di decisioni e la traduzione.

Tutti ciò è il lavoro diario nell’industria del turismo mondiale della quale i Caraibi ottengono anche le maggiori entrate.

Nel mondo attuale, i sistemi intelligenti ed i chatbots si usano in agenzie di viaggi e compagnie di trasporto aereo.

Specialmente cruciali per il mercato sono le predizioni sul futuro prossimo che prevedono lo sviluppo di soluzioni personalizzate, il che conduce ad un maggiore riordinamento nella rivoluzione tecnologica che è in atto da decenni nell’industria del turismo.

Il processo di progresso continuo sembra essere inarrestabile.

Secondo News Américas, di Londra, “gli straordinari progressi tecnologici dell’ultimo decennio significano che molto presto questi si trasformeranno in uno strumento commerciale generalizzato, con benefici e pericoli che i professionisti del turismo dovranno comprendere.”

L’autore dell’articolo, David Jessop, un esperto britannico che è consulente del Consiglio dei Caraibi, stimò nell’analisi che l’applicazione dell’IA al turismo caraibico probabilmente sarà di gran portata e presenterà sfide ai conservatori, spesso orientati ai risultati finali.

Jessop citò al ministro di turismo della Giamaica, Edmund Bartlett, dicendo che la tecnologia digitale cambierà la forma in cui la regione tratta il turismo.

“Permetterebbe all’industria di comprendere meglio le necessità dei visitatori ed i requisiti dell’industria, contemporaneamente, migliorerà la sua competitività ed offrirà un’esperienza al visitatore perfetta”, aggregò Bartlett.

Il ministro vuole che la Giamaica si trasformi in un giocatore leader nell’adattamento e creazione di soluzioni digitali del tipo che ha cominciato a trasformare l’industria a livello mondiale.

Molti esperti nella materia, compreso Jessop, credono che l’IA rende possibile l’accumulazione di big data e l’integrazione di database ed analisi con piattaforme utilizzate globalmente come Google.

Questo permette ai hotel, le linee aeree ed altri fornitori di creare un’esperienza di vendite e riserve che anticipa gli interessi di un cliente ed offre soluzioni di viaggio su misura.

“AI abiliterà gli interventi in tempo reale, per esempio, tornare a prenotare un volo in ritardo e potrebbe permettere che un hotel, ristorante o giunta turistica possa offrire consulenza sul mercato, attraverso le opzioni di telefono cellulare di un cliente, secondo la sua ubicazione e preferenze”, aggiunse Jessop.

Un vantaggio in più è che approfittando dei dati di segmenti di mercato preziosi, come i millennials, AI può, attraverso le reti sociali, offrire opzioni specifiche per viaggi personalizzati ed esperienze relative allo stile di vita di una persona.

L’esperto considera che probabilmente l’industria nella regione sarà direttamente favorita in breve termine, attraverso l’accumulazione di dati e l’acquisto dei relativi servizi di AI nazionali ed esterne.

Tuttavia, afferma che “questo processo di rapida accelerazione suggerisce che a lungo termine i benefici commerciali finali saranno principalmente i giocatori internazionali più grandi e più ricchi, capaci di sviluppare e possedere piattaforme di IA integrate, come gli operatori turistici, le linee aeree, linee di crociere, compagnie di servizi finanziari, catene alberghiere, e piattaforme di internet che “ora competeno per controllare ed integrare.”

La proposta di Jessop è che può essere molto più importante per i Caraibi sviluppare un approccio a lungo termine verso quegli aspetti dell’IA che si affrontano internamente. Sono quelli che appoggiano le efficienze sulla destinazione, i vincoli intersettoriali, l’abilitazione, l’educazione ed una migliore comprensione dell’impatto delle imposte, in modo che l’industria nazionale, i governi ed i grandi magazzini di dati che richiedono anche risposte su come può controllarsi e dirigere l’informazione a livello nazionale, spingano lo sviluppo dei Caraibi ed ottengano guadagni

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.