Home » Continente Turismo News » Il turismo internazionale aumenta del 5%
Palmares-Varadero Gourmet

Il turismo internazionale aumenta del 5%

I risultati sono in linea con la previsione rilasciata dalla WTO all'inizio del 2014.

I risultati sono in linea con la previsione rilasciata dalla WTO all’inizio del 2014.

Arrivi turistici internazionali sono cresciuti del 4,6% nel primo semestre del 2014; in particolare i Caraibi sono aumentati del 5%, secondo quanto riferito dalla WTO. Le destinazioni in tutto il mondo hanno ricevuto circa 517 milioni di turisti internazionali tra gennaio e giugno 2014, 22 milioni in più rispetto allo stesso periodo del 2013.

Il Barometro WTO riferisce che la crescita maggiore è stata registrata nelle Americhe (+ 6%), seguita da Asia Pacifico ed Europa (+ 5% in entrambi i casi).

“Certamente, nonostante le sfide geopolitiche ed economiche, il numero di arrivi di turisti internazionali è cresciuto in media del 5% l’anno a partire dal 2010, una tendenza che ha portato a una crescita economica, più esportazioni e più posti di lavoro ‘, ha detto il segretario generale della WTO Taleb Rifai.

Ad oggi, i risultati sono in linea con la previsione rilasciata dalla WTO all’inizio del 2014. Per l’intero anno, si prevede che gli arrivi turistici internazionali aumenteranno tra il 4% e il 4,5% a livello mondiale, superando così la previsione a lungo termine della WTO che anticipava la crescita annua del 3,8% per il periodo 2010-2020.

Le quattro sub-regioni delle Americhe sono cresciute: America del Nord (guidata da Messico) e Centro e Sud America sono tutte aumentatedel 6%, e i Caraibi del 5%.

In termini di mercati di origine, i dati di questo periodo mostrano il consolidamento delle spese per viaggi all’estero registrati nel 2013 in alcune economie avanzate. La spesa al di fuori dei mercati italiani ed australiani, rispettivamente, è aumentata dell’8% e del 7%, mentre il mercato statunitense è cresciuto del 5%. Francia e Canada mostrano un incremento del 3%.

La domanda da parte dei mercati emergenti rimane forte, anche se in calo se confrontata con il 2013. Il mercato outbound cinese è cresciuto del 16% nel primo semestre dell’anno, rispetto al 26% per tutto il 2013, mentre la spesa per i turisti proveniente dalla Russia è aumentata del 4% rispetto al 25% dello scorso anno.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.