Home » Eventi » Un altro passo avanti per l’Organizzazione Mondiale del Turismo
Palmares-Varadero Gourmet

Un altro passo avanti per l’Organizzazione Mondiale del Turismo

Durante la maggiore riunione di titolari di turismo del mondo si convenne il piano di lavoro dell'OMT per il periodo 2016-2017.

Durante la maggiore riunione di titolari di turismo del mondo si convenne il piano di lavoro dell’OMT per il periodo 2016-2017.

L’Assemblea Generale della maggiore organizzazione dell’industria dell’ozio a Medellin, Colombia, concluse con il buon sapore originato dal fatto che furono fissate le strategie per portare il turismo a uno stadio superiore a livello globale.

Durante la chiusura dell’evento, che si celebrò tra il 14 e il 17 settembre, il Segretario Generale dell’OMT, Taleb Rifai, affermò che l’incontro compì tutte le aspettative, al punto di essere la più frequentata della sua storia. In effetti, vi parteciparono circa 900 delegati e 72 ministri e sottosegretari di Turismo.

Inoltre, Rifai si congratulò con il popolo colombiano per la capacità di organizzare grandi eventi, e risaltò i progressi di Medellin, specialmente la trasformazione della sua infrastruttura, perciò -affermò – è necessario diffondere tutto quello che la città ha da mostrare.

Il ministro colombiano di Commercio, Industria e Turismo, Cecilia Álvarez-Correa, sottolineò durante la chiusura i principali risultati dell’evento tra cui la firma di vari accordi di cooperazione tra il suo paese e nazioni come Oman, Spagna e Tailandia. Segnalò che uno dei principali benefici dell’Assemblea per i colombiani fu la generazione di impieghi diretti per oltre 1.700 persone.

Durante la maggiore riunione di titolari di turismo del mondo si convenne il piano di lavoro dell’OMT per il periodo 2016-2017, si approvarono raccomandazioni sul turismo accessibile e i paesi che saranno anfitrioni delle celebrazioni del Giorno Mondiale del Turismo (27 settembre, nel 2016 e 2017) che saranno Tailandia e Qatar, con i motti “Turismo per tutti: promuovere l’accessibilità universale”, e “Il turismo come propulsore della pace e lo sviluppo.” Ugualmente si dibatté sulle nuove strategie di turismo che promuovono le piattaforme digitali, fenomeno che Taleb Rifai definì globale i cui vantaggi devono sfruttarsi. In questo senso, annunciò che dopo un’analisi dettagliata, l’organizzazione pubblicherà le migliori pratiche in quest’ambito.

Il Viceministro del Turismo del paese sud-americano, Sandra Howard Taylor, sottolineò nell’evento l’importanza di sviluppare un turismo sostenibile che abbia cura dell’ambiente e dei valori culturali di ogni regione;  fece un appello a potenziare il legame tra turismo e natura, e a lavorare strettamente con l’aviazione civile al fine di rendere sempre più forte l’industria dei viaggi.

Un altro risultato importante fu la richiesta all’ONU di dichiarare il 2017 come Anno Internazionale del Turismo.

Con la premessa “Mille milioni di turisti, mille milioni di opportunità”, il prossimo giorno 27 si celebrerà un altro Giorno Internazionale del Turismo e il paese anfitrione sarà Burkina Faso, una destinazione che ha guadagnato importanza tra i viaggiatori di tutto il mondo negli ultimi anni.

Fonte: Hostnews

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.