Home » Affari » Zona Speciale di Sviluppo Mariel: principale incentivo all’investimento straniero a Cuba
Palmares-Varadero Gourmet

Zona Speciale di Sviluppo Mariel: principale incentivo all’investimento straniero a Cuba

terminal-contenedores-mariel
La Zona Speciale di Sviluppo Mariel, ZEDM, costituisce uno dei principali incentivi all’investimento straniero a Cuba, al fine di dinamizzare uno sviluppo sostenibile dell’economia nazionale.

Situata a 45 km a ovest dell’Avana, occupa un’area di 465.4 km2, nella provincia di Artemisa, e offre regimi giuridici e politici speciali che servono da incentivo alle imprese straniere interessate in alcuni dei progetti disponibili in biotecnologia e nell’industria farmaceutica, nell’ambito dell’energia rinnovabile, l’industria agroalimentare, il turismo e le immobiliari, nell’industria di contenitori e imballaggi, nell’agricoltura, le telecomunicazioni e l’infrastruttura.

Fino alla data odierna sono stati approvati sette progetti per la Zona:  due nazionali e cinque stranieri, informò la sua direttrice, Ana Teresa Igarza, alla rivista cubana Bohemia. Secondo le sue dichiarazioni, i progetti nazionali sono il Terminale di Contenitori di Mariel (TCM) –alla cui gestione partecipa, da contratto, l’Amministrazione del Porto di Singapore (PSA)-, e l’Impresa di Servizi Logistici Mariel, di aggregazione, disaggregazione, imballaggio, distribuzione e trasporto di merci e servizi d’alimentazione.

Tra le straniere, tutte piccole imprese, si trovano due belghe: una di logistica, trasporto, mantenimento e riparazione di veicoli e un’altra di fabbricazione di pannelli elettrici e sensori di temperatura; due messicane: Richmeat di Cuba S.A., per processare carne, e Devox Caribe S.A. di vernici e anticorrosivi; in più, la spagnola Pro Food Service S.A. di succhi e dispensatori di bibite.

I progetti sono situati nel settore A, 43 km2, situato a ovest della baia del Mariel, il primo in sviluppo, che è stato diviso in 11 aree, secondo le attività cui saranno destinate.

Si va avanti anche nel sistema di autostrade e ferrovie che collegano con il porto; il dragaggio dello stesso, l’estensione di reti idrauliche, e si preparano le urbanizzazioni per l’inizio di progetti di biotecnologia.

Inoltre, si lavora nel rafforzamento dello sviluppo del sistema di Sportello Unico, creato per rendere più veloci le pratiche delle compagnie interessate.

La ZEDM diventerà il principale porto cubano e dei Caraibi e, al contempo, un importante centro logistico per la regione e il mondo.

1 Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.